In UFO nel Mondo, UFO: casistica e storia

Prima di presentare in questo articolo importanti testimonianze, desidero fare alcune semplici ma basilari considerazioni. Da anni il fenomeno UFO è oggetto di discussione e di disinformazione, non a caso, vista la sua importanza sia strategica che politico-culturale.

Gli USA spendono da decenni milioni di dollari per il cosiddetto “cover-up” e “debunking”, ovvero l’insabbiamento dei fatti e la disinformazione governativa in merito all’intero fenomeno extraterrestre, inseguendo dei precisi obiettivi:

  1. Disinformare la popolazione e negare il fenomeno in questione a priori
  2. Creare una situazione psicologica efficacemente dissuasiva, circondando di ridicolizazzazione avvenimenti importanti riguardanti tale fenomenologia. A chi piace essere deriso parlandone?
  3. Depistaggio delle informazioni, uso del ricatto e della punizione in caso di aperta manifestazione di fatti ufologici da parte dei coinvolti, per lo più piloti militari, ma anche civili.
  4. Organizzazione in segretezza di controllo e catalogazione dei rapporti civili e militari (UFO-files), ve ne sono centinaia di migliaia sparsi in tutti gli uffici governativi su questo pianeta, alcuni desecretati, come quelli britannici per esempio.
  5. Utilizzo a scopo elettorale del mistero creato attorno agli UFO con promesse, mai
    mantenute, di apertura degli UFO- files, una volta stati eletti.

Il depistaggio maggiore parte dagli USA. D’altronde, cosa ci si può aspettare da una nazione che ha un debito pubblico di quasi 20 trilioni di dollari, che spende 1 miliardo al giorno per la difesa e gli armamenti, che da sempre fomenta guerre nei paesi altrui, che sostiene e/o crea il terrorismo internazionale, che provoca destabilizzazione geopolitica ed ha una megalomania nazionalista, narcisista e violenta, tradendo con tali caratteristiche le origini dei primi “americani”, per lo più ex- galeotti europei, che insieme ai conquistadores criminali hanno sterminato oltre 100 milioni di nativi americani, impossessandosi dei loro territori, con il pretesto che “erano dei selvaggi da civilizzare o meglio da uccidere”?  Non sanno fare di meglio, si basano sulla supponenza militare e la politica espansionistica, con un’economia che ha del demenziale, molto condizionata  dalla produzione di armi.

Per farla rendere, per realizzare il “business”, devono smerciare, quindi inventarsi guerre e forme di destabilizzazione internazionale, secondo il modello “Great America is the best”! È un ragionamento semplice, per cui se decidono, seguendo i comodi loro, che “gli UFO non esistono e sono tutte idiozie quelle idee sostenute al contrario”  ciò lo si deve credere in tutto il mondo, soprattutto nella società di tirapiedi che per loro è  l’Europa. Se poi un giorno, per grazia divina loro concessa, diranno la verità sui fatti, allora si…tutto il mondo chinerà il capo davanti agli ex-galeotti. Poco importa se da decenni sono già presenti, e volendo disponibili al pubblico, centinaia di migliaia di casi ufologici, elaborati da istituzioni militari e scientifiche, sostenuti da politici, come per esempio il Console Alberto Perego, ed alcuni corroborati persino da esponenti del Vaticano. Ricordiamo a tal proposito Monsignor Corrado Balducci.

Ma veniamo al sodo…

Nel 1964, la guerra in Indocina era scoppiata tra il Vietnam del Nord socialista e del Sud capitalista. In questa guerra, fecero parte attiva l’URSS  (sul lato settentrionale) e gli USA (sul lato meridionale). Dopo lo scoppio delle ostilità attorno alla capitale del Vietnam del Nord, Hanoi, per la protezione contro eventuali incursioni di aerei americani, misero in azione un corpo armato con i più moderni sistemi missilistici anti-aerei. Tutte le attrezzature e tutto il personale del corpo erano sovietici.

In una tranquilla serata estiva del 1965, nella posizione di uno dei lanciarazzi, improvvisamente e senza rumore è apparso un enorme oggetto a forma di disco con un diametro di almeno 300 metri, che si librava immobile ad una altezza di circa 10 chilometri. L’incidente è stato riferito al comandante di brigata, che ha ordinato di inviare una comunicazione all’estraneo,  “amico o nemico”. L’oggetto misterioso non diede nessuna risposta e gli ordinarono di atterrare immediatamente. Non ricevendo nessuna comunicazione, il comandante del corpo ordinò  di abbattere l’oggetto. L’esecuzione dell’ordine fu affidata a tre dei cinque battaglioni della brigata, che spararono nove missili al bersaglio.

Tutti, prima di raggiungere l’oggetto, esplosero a grande distanza da lui. Subito dopo, il disco d’argento inviò un fascio di luce sottile come un ago a uno degli uomini del battaglione e in un attimo il lanciagranate, tre razzi, i radar e le apparecchiature dei sistemi di guida dei missili nonché altre attrezzature si trasformarono in un cumulo di metallo fuso. Morì quasi tutto il personale, circa 200 persone.

In seguito l’UFO scomparve  improvvisamente e silenziosamente come era apparso.

Questo tragico evento è descritto nel libro scritto dal maresciallo Zakharov  “La guerra nel sudest asiatico”, opera in tre volumi, che aveva un elevato grado di segretezza. Il maresciallo ai tempi copriva in dettaglio le operazioni militari in Vietnam, inserendo un ordine speciale del Comando della Difesa Aerea Sovietica: “È severamente vietato aprire il fuoco su oggetti spaziali non identificati e prendere delle misure di contrasto, non aggrediscono se non sono aggrediti”.

Sfortunatamente quest’ordine è stato inserito solo dopo i tragici eventi descritti.

Mi soffermo qui con le testimonianze per non dilungarmi troppo in questo articolo, allegando per un’ulteriore informazione diversi link importantissimi, purtroppo prevalentemente in lingua inglese.

Ringrazio il pilota civile Marco Guarisco per il supporto documentativo.

Approfondimenti

http://centroufologicocomo.blogspot.ch/2012/02/lincidente-di-malmstrom-del-1967.html
http://www.thinkaboutitdocs.com/1977-ufo-incident-at-usaf-missile-base/
http://www.abovetopsecret.com/forum/thread521887/pg1
http://www.mufon.com/ufos-and-nukes/huge-ufo-reported-near-fe-warren-afb-during-major-icbm-related-incident
http://www.nicap.org/babylon/missile_incidents.htm

Candida Mammoliti
Membro fondatore e Presidente Insegnante di lingue e traduttrice. Responsabile per le divulgazioni di matrice ufologica su territorio nazionale e internazionale Rappresentante del CUSI sin dal 1996 ai Simposi Mondiali di Ufologia a San Marino.
Post suggeriti
Contatto

Per segnalare un avvistamento o semplicemente per mettersi in contatto con il CUSI.

Illeggibile? Cambia il testo.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca