In UFO: casistica e storia

Su gentile concessione di Marco Guarisco (CUN Como)

Il Capitano dell'Air Force Robert Salas, testimone chiave per l'evento UFO di Malmstrom nel 1967

Il Capitano dell’Air Force Robert Salas, testimone chiave per l’evento UFO di Malmstrom nel 1967

Alle prime ore del mattino del 16 Marzo 1967 presso l’Air Force Base di Malmstrom nel Montana si verificò uno degli eventi più straordinari nella storia militare degli incontri UFO. Sotto il cielo parzialmente nuvolo del Montana, un aviatore con l’Oscar Flight Launch Control Center (LCC) vide un oggetto simile ad una stella che viaggiava a zig-zag sopra di lui. Poco dopo apparvero una luce più grande ed una più piccola che si comportavano in maniera simile. L’aviatore chiamò il suo sottufficiale e i due uomini riuscirono a vedere le manovre “impossibili” delle luci. Il sottufficiale telefonò al suo comandante, il Capitano Robert Salas, che si trovava sotto terra presso il centro di controllo dei lanci. “Grande” disse Salas. “Osservale e fammi sapere se si avvicinano”.

Pochi minuti dopo, il sottufficiale chiamò ancora una volta, gridando che un UFO rosso incandescente era poco fuori il cancello. “Che cosa volete che facciamo?” Chiese il sottufficiale. Salas disse lui di mettere il sito in sicurezza, e che stava per telefonare al Comandante della Base. “Signore” replicò il sottufficiale, “Sto andando ora”, uno dei ragazzi è ferito.

Prima che Salas poté chiedere circa il ferimento, il S.U. aveva riagganciato. L’uomo non fu ferito in maniera grave, però fu trasportato via da un elicottero della Base. Salas svegliò il suo comandante, il tenente Fred Meiwald e lo informò. Mentre accadeva questo i missili si disattivarono (il cosiddetto NO-GO) e in breve tempo si disattivarono tutti.

A venti km di distanza presso l’Echo-Flight Launch Facilities, lo stesso scenario si presentò. Il primo Tenente Walter Figel il Vice Comandante dell’installazione Missile Combat Crew, fu presente quando uno dei missili Minuteman si disattivò. Chiamò il sito missilistico ed apprese che un UFO era presente sopra la locazione. Come Salas, Figel dubitò della storia. Ma poco dopo, dieci missili balistici intercontinentali in rapida successione andarono nello stato di “NO-GO” In pochi secondi il sito era completamente disabilitato.

Squadre di intervento furono mandate presso le strutture di lancio, sulle quali erano già presenti le squadre di manutenzione. Figel non disse che un UFO era presente in zona. Ma all’arrivo dei militari specializzati tutti riferirono di vedere UFO stazionari sopra le installazioni.

I missili rimasero inattivi per la maggior parte della giornata. Nessuna investigazione dell’Air Force e né test di laboratorio fatti presso gli Stabilimenti della Boeing di Seattle riuscirono a spiegare il motivo dell’arresto. Secondo il capo ingegnere della Boeing “non c’era nessuna spiegazione tecnica” che poteva spiegare l’evento. ” Gli UFO non fecero parte di questa analisi.

Il rapporto della difesa che conferma gli eventi di Malmstrom

Il rapporto della difesa che conferma gli eventi di Malmstrom

Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca