In UFO in Svizzera

Disegno fatto dalla testimone.

Non è solo il titolo di uno dei più importanti film hollywoodiani di Steven Spielberg, ma nello scorso mese di luglio è stata un’esperienza incisiva nella vita di una famiglia ticinese, soprattutto nella vita della gentile testimone, una signora posata, che con notevole capacità di osservazione ha seguito uno dei più coinvolgenti avvistamenti UFO avvenuti in Ticino dal 1995 e segnalati al nostro centro.

È il 20 di luglio, intorno alla mezzanotte. Tutto sembra tranquillo a Lugano-Pazzallo, zona Senago, solo il fruscìo delle vetture che corrono rapidamente sull’autostrada lasciano una scia di rumori nella tiepida notte d’estate. Del resto, gradevole calma, ma qualcuno non dorme…

Ad un tratto, una cordiale signora attempata, abitante nel quartiere Pazzallo-Lugano, zona Senago, nota il riflesso di una strana luce tonda, simile alla luna piena, sulla finestra dell’abitazione del proprio figlio, cosa che la incuriosisce molto. In seguito, dalla finestra aperta della sua camera da letto, osserva meravigliata in cielo, a bassa quota, poco sopra gli alberi del bosco, che distano da lei ca. 150 m, un oggetto tondo e luminosissimo, ma non abbagliante, di colore leggermente giallo, che sotto i suoi occhi si trasforma aprendosi e assumendo la forma di una semisfera o cupola, mostrando al suo interno una gran numero di luci del medesimo colore, disposte su cinque file. L’oggetto poteva avere un diametro di ca. 7-8 m ed emanava da entrambi i lati, nonché dalla base, dei potenti fasci di luce, soprattutto dal lato sinistro (visto dal punto di osservazione della testimone), che a suo dire sembrava una di quelle « fontanelle di fuochi d’artificio » che tanto ci piace ammirare durante la realizzazione dei fuochi d’artificio estivi. Potenti fasci di luce scintillanti davano alla testimone la sensazione, che l’oggetto «scaricasse» dell’energia. Al suo interno si presentava buio, solo illuminato dalle numerose luci che vi erano incorporate e che si accendevano e spegnevano in continuazione, dando a capire nel profilo la sua forma a cupola, grazie ad una forte fonte luminosa che si sprigionava dalla parte retrostante l’oggetto stesso.

Un’apparizione indimenticabile e completamente silenziosa ! Dei fasci di luce, più lineari rispetto a quelli laterali all’oggetto, si sprigionavano anche dalla sua base, illuminando a giorno l’abitazione della testimone. Uno di questi fasci, dalla dimensione di solo 4-5 cm di larghezza, si fissò infine sulla ringhiera del balcone antistante la camera da letto ed il soggiorno della casa della testimone, una luce chiara ma non abbagliante, che fece pensare l’osservatrice ad una forma di «ancoraggio». L’incredibile spettacolo era lì, ben visibile, e la testimone ebbe modo di osservarlo per più di un’ora !

La signora aveva inoltre notato all’inizio della manifestazione dell’, chiamiamolo tranquillamente, UFO una squadra di 4 oggetti rotondi e luminosi, partire dal luogo dove esso si trovava, in direzione Agra e posizionarsi staticamente sopra il Piano Scairolo, dove vi rimasero allineati ed immobili fino alla partenza dell’oggetto in questione.

Meravigliata ma tranquilla e serena, la testimone notò inoltre durante la sua osservazione la formazione di una « fascia a finestrelle luminose » al centro dell’UFO ed in seguito l’apparire di una creatura dai lineamenti aguzzi e dalle fattezze «metalliche», quasi fosse un robot, che si muoveva all’interno di esso. Poco dopo si accesero due luci grandi e rosse alla base dell’oggetto ed alcuni minuti dopo si richiuse, ritirando i fasci di luce, per ultimo quello lanciato verso il balcone.

Impressionante anche la partenza della sconosciuta astronave ; si chiuse, assumendo una forma ovale, alla cui base lavoravano due ingranaggi meravigliosi, uno grande ed uno più piccolo in basso, che durante il processo di rotazione attorno a se stessi venne come « assorbito » da quello più potente, a dire della testimone uno spettacolo meraviglioso, ingranaggi lucenti più dell’oro, che vorticosamente giravano attorno a se stessi, evidentemente per permettere all’oggetto di prendere quota, sprigionando delle scintille ed infine una scarica di luce, che alla testimone sembrò un segnale. In seguito, il glorioso oggetto si avvicinò alle quattro luci disposte sopra il Piano Scaiorolo incorporandole, poteva dunque trattarsi di ciò che chiamiamo in ufologia una « nave madre », per poi schizzare via in un attimo e sparire nel cielo notturno, lasciandoci una volta in più con l’amaro in bocca, dato che non siamo in grado d’identificarne ne l‘origine ne la sua misteriosa natura.

Il CUSI chiede cortesemente a chiunque avesse avvistato delle luci anomale nella notte del 20 al 21 luglio scorso, di volerci comunicare la propria esperienza alla nostra mail box : [email protected]

Da metà luglio ad oggi (2007) ci sono pervenute quest’estate una decina di segnalazioni di avvistamenti UFO, due delle quali da parte di piloti, nonché la testimonianza di un nostro membro, che ha potuto filmare tre UFOs apparsi nel cielo sopra Gordola il 22 di questo mese.

Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca