In UFO in Svizzera

Nostro articolo mandato al quotidiano “La Regione” del 08.01.2002 e arricchito dall’intervista fatta all’Astronomo Ticinese Sergio Cortese da parte del giornalista del quotidiano.

Nuova segnalazione al Centro ufologico
Tre luci misteriose nei cieli ticinesi

Un ufo, ovvero un oggetto Volante non identificato, nei cieli ticinesi? “Alle 7,30 mi trovavo a transitare sulla tratta autostradale Chiasso-Lugano, quando giunto all’altezza di Coldrerio ho notato in cielo uno strano oggetto (all’apparenza statico) a forma di boomerang e di colore chiaro. Ho potuto seguire l’evento fino all’entrata della galleria del San Salvatore. La cosa che mi ha colpito è stata la forma dell’oggetto che non era più simile ad un boomerang come l’avevo vista all’inizio ma erano tre luci ben distinte e formavano un triangolo“. Questo il racconto che il testimone dell’evento ha fatto al Centro ufologico della Svizzera italiana (Cusi) la mattina stessa in cui lo ha osservato. La persona – nel comunicato del Centro ufologico non vengono fornite le generalità – ha chiamato il Cusi mezz’ora dopo lo strano avvistamento. Il caso, sostiene l’associazione, è particolarmente interessante, “in quanto già in passato abbiamo avuto altre segnalazioni di avvistamenti di luci disposte a forma di triangolo”. E infatti il quarto caso del genere registrato dal Cusi dal 1995. Di qui l’invito a chi abbia osservato l’evento della mattina del 23 dicembre, o altri fenomeni inspiegabili, a darne comunicazione al Cusi (091/9942407 oppure [email protected]).
“Quasi certamente ciò che è stato osservato la mattina del 23 dicembre non era né un bolide, cioè un grosso meteorite, né un satellite – afferma da noi interpellato Sergio Cortesi, direttore della Specola solare ticinese a Locarno-Monti e presidente della Società astronomica ticinese (Sat) -.E direi neppure un velivolo, come si potrebbe supporre data la relativa vicinanza dell’aeroporto di Agno: infatti, stando alla testimonianza, lo strano oggetto non si muoveva (mentre si muovono, eccome, bolidi, satelliti e aerei) e deve essere stato visto, immobile in cielo, per almeno una decina di minuti considerata la distanza tra Coldrerio e il tunnel del San Salvatore”. Dunque? “Per il momento, se ci basiamo unicamente sulla descrizione fornita dalla persona, è un evento inspiegabile. V’è tuttavia da dire che in questi casi le testimonianze, fatta salva la buonafede dell’osservatore, sono in generale poco precise”. Dapprima astrofilo e poi astronomo professionista, Cortesi non ha mai avvistato ufo: “In passato anche astronomi dilettanti iscritti alla nostra società, parliamo quindi di persone abituate a scrutare il firmamento con l’ausilio di mezzi ottici, hanno osservato fenomeni strani nel cielo ticinese, come ad esempio delle luci che si muovevano in maniera irregolare”. Eventi che la Sat ha segnalato sul suo periodico, il bimestrale “Meridiana”. “In venticinque anni abbiamo riferito di una decina di casi all’apparenza anomali, non riconducibili cioè a fenomeni celesti o a velivoli, quali aerei ed elicotteri”, ricorda Cortesi.

A seguito dell’articolo apparso sui quotidiani Ticinesi, il telefono del CUSI ha continuato a squillare per diversi giorni. Molti sono stati coloro che fattisi coraggio hanno voluto rendere la loro testimonianza di avvistamento. Infatti abbiamo ricevuto testimonianza di alcuni avvistamenti avvenuti nel 1999 e alcuni relativi al 2001. Sempre dopo l’uscita dell’articolo sopracitato siamo stati contattati dall’ANSA e dall’aggenzia Reuter. L’articolo è uscito anche sul Teletext della TSI. Altre importanti telefonate sono venute dalla Svizzera Tedesca e più precisamente da Radio Winrterthur, Radio Brugg e dal Quotidiano di Zurigo “Venti minuti” (riportiamo di seguito l’articolo apparso in lingua tedesca).

scheda001b

Intressante la testimonianza resa da una ragazza abitante a Dietlikon, anche nel suo caso si è trattato di un avvistamento di un oggetto a forma triangolare avvenuto il giorno 24 settembre 2001. ” Stavo tornando con la mia macchina dalla palestra, quando da lontano ho visto una luce forte e molto bianca, come dei fari. Da lontano pensavo che fosse una gru da cantiere. Ma poi mi sono ricordata che non ci sono costruzioni in corso dopo il tunnel. Prima di passare sotto il tunnel ho visto che era un oggetto in cielo che non si muoveva, stava fermo. Un triangolo con forte luce, soprattutto negli angoli e nel centro. Quando sono uscita dal piccolo tunnel ho guardato indietro e ho visto come ad un tratto vola via come un razzo. Come una scintilla blu, nel tempo di due secondi non ho visto più niente. Un collega che guidava la macchina dietro di me ha visto solo una luce strana, poi non si è voltato a guardare indietro all’uscita dal tunnel”.

La signorina E. M. ha compilato il nostro formulario d’inchiesta ed ha fatto un disegno di ciò che ha visto: un triangolo con tre luci agli angoli e una luce al centro. Altra testimonianza ci è pervenuta da parte della Signora S. M. di Wallisellen. Il suo avvistamento è stato fatto in Inghilterra il 1 gennaio 1999 alle ore 05.00. “Mi trovavo con una mia collega davanti all’entrata di casa, quando un forte rumore ha attirato la nostra attenzione. Abbiamo guardato in cielo e abbiamo visto un oggetto a forma di rombo ci siamo fermate sotto un albero per osservare meglio, tutto ad un tratto l’oggetto si è spostato verso di noi e si è fermato sopra a noi. Abbiamo avuto paura e siamo corse via. Abbiamo avuto il tempo di vedere l’oggetto schizzare via a velocità impressionante. Quando l’oggetto era fermo abbiamo avuto la possibilità di notare delle luci sul davanti color arancio (sul disegno ci sono sette luci con delle frecce che indicano come se si spostassero avanti e indietro), quando è volato via le luci sono diventate di color verde. Questo abbiamo potuto osservare bene in quanto l’oggetto non era molto alto nel cielo”. Per quanto riguarda l’avvistamento del 23 dicembre 2001 abbiamo avuto modo di ricevere altre due testimonianze da due signore abitanti a Pura e che hanno osservato l’oggetto per circa venti minuti, l’unica differenza stà nel fatto che alla loro vista si è presentato in forma diversa e più precisamente come un globo della grandezza di circa tre volte Venere e molto luminoso. Il luogo e la durata dell’avvistamento coincide con la prima testimonianza con la differenza che il punto di osservazione è esattamente all’opposto.

Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca